6 | 06 | 2016 ,

La Colombo festeggia la Repubblica Italiana

La mattina di lunedì 1 giugno abbiamo celebrato, con un giorno di anticipo, la festa della Repubblica Italiana. Alla cerimonia, tenutasi presso un’Aula Magna decorata per l’occasione con grandi drappi tricolori, hanno partecipato, oltre alle autorità della Scuola, il Prof. Vittorio Dragonetti dell’Ufficio Scolatico Consolare a Buenos Aires, numerosi genitori e alunni.

Dopo l’ingresso ufficiale delle bandiere di argentina ed italia e l’esecuzione degli inni nazionali, in un’atmosfera di grande partecipazione anche emotiva, è stato spiegato il significato del 2 giugno in Italia, data che ricorda il referendum del 2 e 3 giugno 1946, quando italiani ed italiane furono chiamati alle urne per votare un referendum istituzionale ed esprimere la loro preferenza su quale forma di governo dare al Paese dopo la caduta del fascismo: monarchia o repubblica.

È stato quindi ricordato che il 2 giugno di ogni anno il Presidente della Repubblica Italiana riceve gli auguri da parte degli altri capi di Stato e le ambasciate italiane e i consolati generali italiani di tutto il mondo organizzano festeggiamenti a cui sono invitati i capi dello Stato ospitante. È stato ricordato che il cerimoniale, in Italia, prevede la deposizione di una corona d’alloro al Milite Ignoto, presso l’Altare della Patria, a Roma, e un’importante parata militare in onore della Repubblica, in presenza delle più alte cariche dello Stato.

A seguire, il prof. Rosato ha proposto alcune riflessioni sulla nascita della Repubblica, tra cui: l’importanza della ricerca della verità storica, con riferimento che la partecipazione femminile al voto del 2 giugno del 1946 era stata preceduta, nello stesso anno, da elezioni amministrative in cui votarono anche le donne; secondo che la repubblica italiana nasce da un voto pacifico e non da tensioni sociali o rivolte ed infine l’importanza della dimensione del rispetto per chi non è maggioranza o per chi, perdendo il trono, se n’è dovuto andare.

La celebrazione dell’evento è continuata con il riconoscimento dello speciale valore di chi si impegna tutti i giorni come studente e come cittadino per acquisire la migliore preparazione possibile in vista della professione futura e del futuro del proprio Paese.

Proprio per questo motivo, nel corso della cerimonia sono stati premiati gli studenti di scuola media e di liceo che nel 2015 hanno avuto il miglior rendimento. Ed è proprio insieme a questi giovani brillanti che la Cristoforo Colombo vuole dire, ancora una volta: «Evviva la Repubblica, Evviva L’Italia!».

Di seguito l’elenco dei premiati:

1 Media A

Bianchi Gianpaolo

Rosas Elisabetta

1 Media B

Fauceglia Renata

Bellusci Liotto Giuliano

1 Media C

Esnaola Yauck Octavia

Castares Amalia

Bava Victoria

Recalde Zoe

1 Media D

Provinciano L’Abbate Matías

Pintueles Paloma

Guerrini Luna

Amorena Inés

Zampardi Martino

2 Media A

Scandella Sofia

Masenga Florencia

2 Media B

Bonavetti Vernaci Vicente

Pelaccini Bruno

2 Media C

Vigo Abad Rocío

Mangieri Mora

Olcese Orlando

2 Media D

Díaz Martirena Lola

Redonda Erika

Sposato Renata

3 Media A

Galuzzi Franco

Senesi Clara

3 Media B

Greco Milagros

3 Media C

Graziani Lucia

Ochoa de Eguileor Caligiuri Julieta

3 Media D

Mancini Valentino

1 Liceo A

Zeballos Tomás

Provinciano L’Abbate Nicolás

1 Liceo B

Rondinella Francesca

Cocú Lucía

1 Liceo C

Cosarinsky Matías

Barbagallo Sebastián

2 Liceo A

Ossa Tomás

Tregua Luigi

2 Liceo B

Arcucci Sofía

D’Osvaldo Delfina

2 Liceo C

Mazzoni Isabella

Sicardi Julián

3 Liceo A

Paoletti Carla

Bordin Gianluca

Martínez Paolini Violeta

3 Liceo B

Estevez Ercasi Paz

Dragonetti Sofía

3 Liceo C

Rota Riccardo

Senesi Ana

4 Liceo A

Pazzaglini Franco