16 | 09 | 2019

Non c’è due senza tre! (Angela, Susana e….)

È venerdì, c’è aria di festa, tra i piccoli in fermento aleggiano i versi di una canzone, si intravede un mazzo di fiori: tutto è pronto per salutare Marina nel suo ultimo giorno da maestra.

Suonano le prime note di “Marina, Marina, Marina”… Stretta nell’abbraccio di bambini e bambine, sfiorata lievemente dagli sguardi lucidi delle compagne e dei compagni di viaggio di tanti anni, Marina ascolta la canzone. Poi, con il microfono in mano, emozionata e un po’ timida, ci regala una manciata di parole delicate e imperdibili “Non mi sono sbagliata quando ho deciso di fare la maestra”…

Non poteva essere altrimenti: dietro quell’energia e quella fantasia inesauribili, dietro quel desiderio instancabile di sapere e di provare, dietro quel sorriso che ci accarezzava tutti i giorni, non poteva che esserci… un grande amore!

Grazie Marina e in bocca al lupo per il futuro!

“La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro.” José Saramago