28 | 10 | 2015

XV settimana della lingua italiana nel mondo

L’iniziativa, nata nel 2001 dietro proposta di Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca di Firenze, coinvolge tutte le istituzioni estere che promuovono lo studio della lingua e cultura italiana.

Il tema proposto nel 2015 “L’italiano della musica, la musica  dell’italiano”,  ci porta a riflettere sulle armonie caratteristiche della lingua italiana. Sin dal Settecento, in Europa, diventa un luogo comune elogiare la musicalità della lingua del sì. Jean Jacques Rousseau affermò “Se c’è in Europa una lingua adatta alla musica, è certamente la lingua italiana, poiché è una lingua dolce, sonora, armoniosa… (douce, sonore, harmonieuse, et accentuée plus qu’aucune autre)”.

Tutti gli ordini di scuola sono stati coinvolti nella realizzazione delle attività, sotto la guida dei loro docenti. Il prof. Julio Auster ha proposto l’ascolto di alcuni passi operistici ottocenteschi, il prof. Bruno Malinverni ha guidato i ragazzi delle medie nella realizzazione di un concerto di canzoni melodiche italiane, Maria del Carmen Coiro e Maria Cecilia Caliri Picon hanno preparato gli allievi delle elementari e scuola dell’infanzia. Le attività si son chiuse con il concerto “L’innamoramento o il leggero sguardo dell’amore” della soprano Marta Rossi e del pianista Giovanni Panella che interpretarono le liriche più belle della tradizione italiana classica colta e popolare.