2 | 11 | 2016 , ,

Pensare il presente per progettare il futuro

Il 1° Congresso Nazionale sul Tutoraggio “Traiettorie formative: dispositivi di intervento in una prospettiva pedagogica e istituzionale”, realizzatosi il 14-15 ottobre 2016 presso l’Instituto Superior del Profesorado “Doctor. Joaquín V. González”, intendeva offrire uno spazio di riflessione, diffusione e scambio di esperienze intorno al tutoraggio nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

In questo contesto la Psicologa Victoria Parigi, la Prof.ssa Verónica Domínguez e la Prof.ssa Vanesa D’Onofrio, che vi hanno partecipato in rappresentanza della Scuola Cristoforo Colombo, hanno offerto un ampio panorama del lavoro che si sta svolgendo a partire dall’area di tutoraggio e delle attività di articolazione con le aree di Arte e Teatro.

Dopo un breve excursus storico, con riferimento alla vision e alla mission della nostra Scuola, l’attenzione si è focalizzata sull’attuale contesto storico e sociale che ci obbliga a una riflessione costante sul ruolo dell’educazione e degli educatori, sono stati presentati progetti ed iniziative realizzati quest’anno, i cui denominatori comuni sono stati i concetti di apprendimento e di costruzione.

Se le abilità sociali ed emotive si costruiscono in un contesto idoneo a promuovere apprendimenti significativi, un’importante strategia di tutoraggio è la creazione di spazi propizi, di convivenza, di elaborazione e realizzazione di progetti, di volontariato, in cui si sperimentino la necessità di conoscere se stessi e gli altri, l’imprescindibilità del dialogo, l’importanza di avere obiettivi comuni, contribuendo così all’integrazione degli studenti nel gruppo dei pari e nella scuola, al sostegno della scolarità e al miglioramento dell’apprendimento accademico degli alunni.

La vera sfida del Progetto Istituzionale di Tutoraggio, promosso dal Disegno Curricolare della Nueva Escuela Secundaria, sarà quindi quella di costituirsi como spazio concreto di articolazione tra l’impegno educativo/formativo della scuola, l’educazione alla cittadinanza critica e democratica in prospettiva interculturale, e la costruzione dei progetti di vita individuali degli studenti.